Brand e qualità per attrarre i talenti

Brand e qualità per attrarre i talenti

di Massimo Morici 

Non c’è solo il compenso. I professionisti della consulenza finanziaria guardano ad altro prima di cambiare casacca. Di cosa vanno in cerca? Un brand forte alle spalle con cui presentarsi ai clienti, una gamma di prodotti di qualità e servizi di elevato standing. È quanto emerge da un recente sondaggio che Start Up Italia, società di head hunting specializzata nella ricerca e selezione di consulenti finanziari e private banker, ha condotto per ADVISOR su un campione di oltre 250 consulenti finanziari con un’elevata seniority – l’82% lavora come consulente finanziario o private banker da più di 10 anni – e decisamente “fedele” alla mandante: il 61% lavora da più di 10 per la stessa società e il 28% ha dichiarato di lavorare per la stessa mandante per oltre 20 anni. Il focus sulla seniority non è casuale.

“Anche se negli ultimi anni molte realtà hanno dato il via a programmi di formazione per inserire figure junior, l’attività di recruiting continua ad essere focalizzata sui portafoglisti più importanti, il che significa, nella maggioranza dei casi, andare a strappare alla concorrenza o al canale bancario i professionisti senior più capaci” spiega Valerio Giunta, amministratore di Start Up Italia. Ma quali sono le realtà più ambite di chi cerca una nuova società che possa migliorare la propria prospettiva professionale?

Per continuare a leggere l’articolo
CLICCA QUI 

No Comments

Post A Comment